CCNL COMMERCIO E TERZIARIO 2011 PDF

Chapter 1: C C N L Per I Dipendenti Del Terziario Commercio b el’s r fts â €¢ oe n a j s b k t c l u d m v e n w f o x g p y h q z i r a j g o l a t a c n i ll a -. rallentamento della crescita mondiale, ed anche quel commercio estero internazionale che della finanzia del terziario nel quadro di una politica di sviluppo territoriale e nel settore dei dinamica afferente al CCNL. ccnl commercio terziario pdf. web7Google Sketchup 8 with Keygen rar yugioh__ mp4. ccna_examenes_final_todos_los_morar. The Photographic Angle.

Author: Kigalkis Nikor
Country: Algeria
Language: English (Spanish)
Genre: Love
Published (Last): 16 February 2018
Pages: 94
PDF File Size: 17.26 Mb
ePub File Size: 19.92 Mb
ISBN: 682-9-30176-620-9
Downloads: 66461
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Kagakinos

Lavoro, 12 dicembren. Pubblicato 20 August by Avv. Alessandro Rosi in Lavoro. Capitolo I — La malattia nel rapporto di lavoro: Capitolo II — Malattia e licenziamento: Inquadramento giuridico — 2.

Employment and Industrial Relations in the Hotels and Restaurants sector

La questione della malattia irreversibile — 2. Capitolo III — Malattia e tdrziario In primo luogo si affronteranno due questioni riguardo la malattia del lavoratore: Per quanto riguarda il licenziamento per superamento del comporto verranno trattati diversi aspetti: Capitolo I La malattia nel rapporto di lavoro Sommario: Queste due manifestazioni del diritto alla salute corrispondono alla sua doppia anima pubblicistica e privatistica [11].

Le distinzioni principali possono ritenersi tre. Tale distinzione va progressivamente sfumando nella moderna medicina, in quanto il perfezionamento delle tecniche diagnostiche ha permesso di evidenziare la presenza di anomalie strutturali anche nelle malattie definite funzionali [29]. Malattia che, se considerata in relazione a lavoratori addetti ad altre mansioni, potrebbe risultare non rilevante [34].

Le terziaroo di salvaguardia della persona consentono la protrazione tefziario rilevanza della malattia. Nonostante la malattia, il lavoratore potrebbe rendere la prestazione, da un punto di visita materiale.

La certificazione presuppone naturalmente che il lavoratore si sottoponga a una visita ambulatoriale o domiciliare del medico curante. Qualora si verifichi una modifica della prognosi, il lavoratore ne deve dare comunicazione al proprio datore di lavoro, attraverso tterziario trasmissione di copia del referto. Nel caso in cui lo stato di impedimento trovi conferma in sede terziraio accertamento sanitario richiesto dal datore, si pone la questione del valore del risultato a cui perviene il medico di controllo.

La sanzione non si applica per i periodi di ricovero ospedaliero e per i periodi di malattia verificata da un precedente controllo. Nel caso di contrasto tra il contenuto del certificato del medico curante e gli accertamenti compiuti dal medico di controllo, il giudice del merito deve procedere alla loro valutazione comparativa, al fine di stabilire quale delle contrastanti motivazioni sia maggiormente attendibile [].

Del resto, i referti medici, contenendo sia la documentazione di fatti che la formulazione di giudizi, fanno piena prova fino a querela di falso, ex art. Per questo motivo, sebbene la materia sia ormai da alcuni decenni ampiamente regolamentata dalla contrattazione collettiva, una clausola contrattuale che disponesse circa la spettanza del diritto alla retribuzione, derogando peggiorativamente il trattamento economico minimo legale, sarebbe nulla ex art.

Il datore di lavoro deve, invece, farsi interamente carico della tutela economica di malattia in tre ipotesi: Infatti il comma 3 art. La soppressione di tale inciso, a seguito della pronuncia della Corte Costituzionale []non ha comportato che le ferie siano passate ad assolvere, da una funzione di reintegrazione delle energie psico-fisiche, una di sostanziale incremento retributivo legato alla concessione obbligatoria di una certa quota di tempo non lavorato [].

  IMCA M 179 PDF

Capitolo II Malattia e licenziamento Sommario: Inquadramento giuridico Il rapporto di lavoro, come in genere i rapporti ad esecuzione continuata art. Questo atto si qualifica come recesso unilaterale art. Oltre a quelle contenute nei contratti collettivi privatistici, possono aversi norme sul comporto nei contratti resi efficaci erga omnes ai sensi della l.

Il divieto di licenziamento copre pertanto tutto il periodo di malattia, senza limiti di durata []. I contratti non prevedono, ccl linea di massima, misure diverse di comporto per gli operai e gli impiegati, nel rispetto della tendenza generale verso la completa omogeneizzazione del trattamento di tali categorie []. Le clausole di terziagio hanno suscitato dubbi interpretativi che talora ne hanno messo in dubbio la stessa natura. Fondamentalmente si debbono distinguere due situazioni.

Read tub/il-manuale-della-sfoglina

Nel caso di patologia che tefziario derivi da condizioni di lavoro salubri, occorre cncl due fattispecie. Larga parte della giurisprudenza sostenne che gli effetti provocati dalle malattie plurime e frazionate erano tali da integrare gli estremi del giustificato motivo obiettivo di recesso.

Nella sua indagine il magistrato doveva giocoforza spingersi a valutare i riflessi concreti delle malattie sulle aziende []in alcuni casi il danno era insito nella abnorme durata temporale delle assenze, o comunque nel loro ritmo frazionato o irregolare []tale da far venir meno, come osservavano meccanicamente tutte le pronunce, ogni equilibrio sinallagmatico del rapporto [].

Una reazione contro la tesi del terziari motivo fu avanzata da una parte minoritaria della giurisprudenza di merito, la quale sosteneva che se le parti collettive si erano limitate a prevedere un comporto secco, avevano voluto garantire al lavoratore il diritto ad un nuovo ed integrale periodo di comporto per ciascuna malattia [].

Non presentando problemi le clausole di sommatoria, vengono vommercio le due possibili interpretazioni comercio quelle del comporto secco: Entrambe le interpretazioni portano a conseguenze non accettabili: Trattasi di normali usi secundum legemcon funzione integrativa del precetto legale.

Su questo concordano tutte le pronunce della Cassazione []. Si debbono distinguere due ipotesi. Spetta allora al giudice contemperare, con prudente apprezzamento delle circostanze, le rispettive esigenze delle parti stabilendo a tal fine un congruo termine [].

In proposito vi sono due orientamenti contrapposti: La formulazione di questo inciso risolve un primo problema che poteva suscitare qualche dubbio dogmatico: Sotto questo aspetto vi sarebbe quindi una specifica deroga al diritto comune [].

Orario contrattuale, ferie e altre riduzioni orarie – dipendenti a tempo pieno

In astratto potrebbe osservarsi che il preavviso, in quanto funzionale al reperimento di una nuova occupazione, non ha senso per un dipendente che continua ad essere malato. Si configura in tal caso sostanzialmente un ampliamento del periodo di comporto, inteso come periodo di inibizione del licenziamento, a richiesta del lavoratore interessato.

Cnl tema di sicurezza sul lavoro le indicazioni sovranazionali si sono incessantemente succedute nel corso degli ultimi anni, in misura ragguardevole []. La trattazione delle fonti si rivelerebbe incompleta se non si tenesse conto della riforma del Titolo V della Cost. Posto che anche le Regioni, nelle materie di loro competenza, sono tenute ad attuare le norme di derivazione comunitaria art. La prima questione che emerge dalle norme speciali del d.

Interazioni tra malattia del lavoratore e permanenza del rapporto lavorativo

Nel settore dei cantieri temporanei o mobili vengono poi individuate ulteriori tefziario di soggetti obbligati: Tali figure non sono soggette ad obblighi penalmente rilevanti, pur potendo la loro negligenza assumere rilevanza sul piano civilistico. Un comemrcio centrale nel modello prevenzionistico assume la figura del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza artt. Possono quindi cogliersi due distinte accezioni di datore di lavoro: I dirigenti pubblici ai quali spettano poteri di gestione sono, ai fini della sicurezza sul lavoro, equiparati al datore di lavoro ed hanno dunque piena autonomia nelle loro decisioni [].

  BEGA 7921 PDF

In base al citato art. In linea con la direttiva n. Sul piano oggettivo il d. I tentativi di collocare la norma in questione in uno schema puramente contrattuale-privatistico o in uno di tipo puramente pubblicistico non sono soddisfacenti. Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro. Occorre ora procedere al confronto degli obblighi prevenzionistici con la disposizione codicistica. Inoltre, il datore commwrcio valutare tutti rischi riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui art.

La citata disposizione prevede, infatti, che il r. II rifiuto di adempimento ex art. In assenza di tali circostanze ccno diagnosi potrebbe ritenersi sospetta. Qualora, invece, tezriario licenziamento sia motivato da ragioni estranee allo stato di malattia, come nel caso di recesso per g. Lo dimostra una recentissima sentenza della Cassazione, n.

La sentenza della Corte di Cassazione n. Le questioni principali relative agli obblighi di sicurezza riguardano il contrasto tra norma generale e norme speciali. Da un lato vi sono le tesi c. Carinci diretto daDiritto del lavoro. Commentario diretto da G. BRANCA a cura diCommentario alla Ccbl, Bologna-Roma, Galli, Brevi osservazioni in tema di contrasto di accertamenti sanitari in caso di malattia del lavoratore e sugli effetti del licenziamento intimato prima della scadenza del periodo di comporto, in giur.

Del Punta, 0211 La sospensione del rapporto di lavoro: Montuschi, in Commentario della Costituzione a cura di Branca, sub art. VI, Torino,p. Del Punta, in op. Poletti Di Teodoro, Il diritto alla salute dallo Stato liberale alla riforma sanitaria, ne Il diritto alla salute, cit.

Mortati, La tutela della salute nella Costituzione italiana, in Riv. Barbera, in Commentario della Costituzione, cit. Insiste sul carattere della posizione giuridica in esame anche Caravita, La disciplina costituzionale della salute, in Dir. Berti, Interpretazione costituzionalePadova,p. Mazziotti, voce Diritti sociali, in Enc. XII, Milano,p.

Sulla derivazione degli stessi dai noti processi di trasformazione dello Stato oligarchico-liberale e sulla connessione fra essi ed il principio di eguaglianza sostanziale, v. Ritiene del tutto superato questo profilo Alpa, op. Per la piena rilevanza privatistica del diritto alla salute, con diverse implicazioni, v. Tutela della salute e diritto privato, e Il diritto alla salute, citt. Per una rassegna su vari aspetti del problema, v. In Tutela della salute e diritto privato v.

Busnelli, Diritto alla salute e tutela risarcitoria, in Tutela della salute e diritto privato, cit. Per una recente rivisitazione della problematica in una particolare prospettiva, v. Pergolesi, Diritto costituzionale, II, Padova,p.

XII, Torino,p. Castellino, Relazione, ne La malattia del lavoratore subordinato e le cure idrotermali: